Dove trovare gli articoli scientifici su internet

  Era da tanto che volevo scrivere un post sui modi per leggere gratuitamente gli articoli scientifici su internet. Chiunque voglia documentarsi direttamente – senza il tramite di altri che condizionino, magari per motivi commerciali, il suo apprendimento, e ce ne sono – potrà confermare che una buona parte degli articoli scientifici può venire letta solo pagando […]

L’area Dipendenze della biblioteca “Alessandro Liberati”

Ricevo oggi la segnalazione che la biblioteca “Alessandro Liberati” del Servizio Sanitario della regione Lazio ha reso disponibile un’area specifica per le dipendenze patologiche. La biblioteca, che incentra le sue attività sulla medicina basata sulle prove di efficacia (l’arcinota EBM, evidence-based medicine), fornisce così accesso alle traduzioni in lingua italiana degli abstract delle revisioni sistematiche […]

L’epidemia da eroina negli USA (5): dagli oppioidi all’eroina. Le evidenze della letteratura scientifica.

Il Substance Abuse and Mental Health Services Administration (SAMHSA) ha stimato che nel 2012 negli Stati Uniti vi erano 2,1 milioni di persone con un problema di abuso e/o dipendenza di analgesici oppioidi e 467.000 tossicodipendenti da eroina[1]. Vi sono evidenze crescenti che l’aumentato numero di dipendenti da eroina (e di decessi per overdose associati […]

Disastri naturali e dedizioni patologiche: cosa occorre sapere?

Il 16 maggio 1976 nella piccola tendopoli di S. Rocco di F., provincia di Udine, frazione di un bellissimo paese poi decorato di medaglia d’oro al valor civile per l’esemplare reazione al terremoto di 10 giorni prima, mancavano ancora parecchie cose. Non la grappa e il salame. Provvedevano spontaneamente ai rifornimenti (tra l’educato sconcerto dei […]

Che limiti porre all’identificazione di nuove dipendenze comportamentali?

È una provocazione? L’ultimo numero del Journal of Behavioural Addictions pubblica un articolo sulla Dipendenza Da Studio. Gli Autori, affiliati agli Istituti di Psicologia delle università di Danzica, Bergen e Nottingham, identificano la Dipendenza Da Studio nel quadro delle dipendenze comportamentali, come sottotipo della dipendenza da lavoro data per costrutto già accertato e accettato. La definiscono […]

Alterazioni del sonno alcol e droghe

Angarita et al. Addict Sci Clin Pract (2016) 11:9 DOI 10.1186/s13722-016-0056-7 Sleep abnormalities associated with alcohol, cannabis, cocaine, and opiate use: a comprehensive review http://ascpjournal.biomedcentral.com/articles/10.1186/s13722-016-0056-7 Si tratta di una revisione non sistematica delle pubblicazioni scientifiche che analizzano le alterazioni del sono indotte da alcol, oppioidi, cocaina e cannabis; l’accesso è libero. Il tema è interessante, […]

Esiti neonatali dell’uso di cannabis in gravidanza, più dubbi che certezze

Questa recente meta-analisi sugli esiti neonatali dell’uso di cannabis in gravidanza riveste un certo interesse ma ha limiti messi in evidenza – con grande onestà scientifica – dagli Autori già nella prima pagina della loro pubblicazione. Da una parte, infatti, conclude sulla base dell’analisi dei risultati di 24 studi precedenti che l’uso di cannabis in gravidanza […]

Prudenza con buprenorfina-naloxone nell’epatopatia grave

È stato da poco pubblicato uno studio multicentrico di farmacocinetica dell’associazione buprenorfina-naloxone (d’ora in poi per brevità BNX) in soggetti affetti da epatopatia lieve, moderata o grave, o da infezione da HCV senza epatopatia. Lo studio è particolarmente interessante perché proviene direttamente dal primo produttore dell’associazione. Purtroppo la pubblicazione non è liberamente accessibile; la riassumiamo di […]

Confronto tra G.A.P. e disturbi da sostanze

Un articolo recente e piuttosto completo sui rapporti tra gioco d’azzardo patologico e altre dipendenze, anche alla luce della nosografia del DSM5.

Salute pubblica e politiche internazionali sulle droghe

Tra qualche giorno alle Nazioni Unite (UN General Assembly’s Special Session UNGASS; April 19–21, 2016) si ridiscuteranno, dopo 18 anni, le politiche mondiali sulle droghe, e ci sono grandi speranze per una revisione più orientata ai diritti umani, a pace sicurezza e sviluppo, piuttosto che alla semplice riduzione della domanda con mezzi più o meno coercitivi […]